Scuola dell'infanzia paritaria

" ..... La prima forma dell'intervento educativo dovrebbe avere come oggetto di guidare il bambino per i sentieri dell'indipendenza. Non si può essere liberi se non si è indipendenti: quindi al fine di raggiungere l'indipendenza le manifestazioni attive della libertà personale debbono essere guidate dalla primissima infanzia"


Maria Montessori


La conquista dell'autonomia e la libera scelta di attività in un ambiente ben organizzato sono i traguardi di personale maturazione dei bambini della Scuola dell'Infanzia Montessori, denominata da Maria Montessori Casa dei Bambini. Qui l'ambiente-scuola, infatti, diventa ambiente di vita ricco di stimoli e di attività.


Nella Casa dei Bambini del Centro Montessori Lecce c'è grande cura ed attenzione nel predisporre arredi e materiali affinché i bambini possano accostarsi alle attività piacevolmente e con interesse, muovendosi in uno spazio adeguato. L'ambiente di apprendimento si presenta ben organizzato, proporzionato e ricco di motivi di interesse, un luogo nel quale i bambini si aggregano e si muovono liberamente nel rispetto delle regole. La finalità prioritaria è condurre il bambino a scoprire le proprie capacità, abilità e competenze utilizzando e incanalando in modo positivo l'energia creativa che lo caratterizza.


Dalla libertà deve emergere quella disciplina che gli consentirà di seguire le regole della vita, che non si riflette nel fare incondizionatamente ma nel lavorare responsabilmente. In tal modo il bambino imparerà a gestire le proprie cose e ad organizzare la sua attività.


Questa attenzione al singolo non toglie spazio alla relazione di gruppo, infatti, attraverso la strutturazione dell'ambiente, viene programmata un'ampia gamma di attività collettive sia libere che organizzate. È dall'osservazione dei bambini, dalle loro esigenze e dai loro interessi che gli insegnanti prendono spunto per progettare ed organizzare le attività, affinché` le proposte possano essere significative nel pieno rispetto dei bisogni, dei tempi e dei ritmi di ogni singolo bambino, senza perdere di vista la dimensione del "gruppo".


Il Centro Montessori Lecce ha adottato, nella Scuola dell'Infanzia, un'organizzazione delle attività educative per laboratori in cui i bambini sperimentano se stessi insieme agli altri e, attraverso gli ambienti ed i materiali messi a loro disposizione, e l'apprendimento avviene per scoperta e per costruzione delle conoscenze.


I laboratori variano nel numero e nella predisposizione degli ambienti a seconda dell'esigenze educative degli alunni. In particolare, per questo a.s. 2015/2016, nella Casa dei Bambini del Centro Montessori di Lecce sono stati predisposti 5 laboratori intercomunicanti così distinti:


·        n. 3 Laboratori aperti, per gruppi di bambini di età eterogenea dai tre anni ai quattro anni, allestiti in maniera tale da consentire ad ogni piccolo utente il libero movimento e la libera attività nei diversi angoli in quanto, all'interno di questi spazi, è stato creato un ambiente adeguato allo sviluppo dei bambini in relazione alla loro età; nell'arco della mattinata opera in questo spazio anche un'insegnante specialista di Lingua Inglese;


·        n. 2 Laboratori di materiale avanzato per lo svolgimento delle attività dei bimbi di cinque anni più specificatamente propedeutiche all'ingresso nella scuola primaria; anche in questo spazio opera in aggiunta alle docenti curricolari un'insegnante specialista di lingua inglese.


All'interno dei laboratori sono presenti:


·        Attività di vita pratica;


·        Materiale sensoriale;


·        Attività per lo sviluppo del linguaggio;


·        Attività di mente matematica;


·        Attività di educazione cosmica


·        Attività di Lingua Inglese


I laboratori accolgono i bambini dalle 9:00 alle 12:00,  mentre  per il pranzo e per tutto il pomeriggio, i bambini scelgono lo spazio che prediligono nel rispetto del principio montessoriano dell'eterogeneità.


 

"Nella stessa classe dovrebbero trovarsi insieme bambini di tre età: i più piccoli che spontaneamente si interessano al lavoro dei più grandi e imparano da loro, dovrebbero essere aiutati…"


"...... le nostre scuole hanno dimostrato che bambini di età diverse si aiutano uno con l'altro; i piccoli vedono ciò che fanno i maggiori e chiedono spiegazioni che questi danno loro volentieri. E' un vero insegnamento, giacché la mentalità del bambino di cinque anni è così vicina a quella del bambino di tre, che il piccolo capisce facilmente da lui quello che noi non sapremmo spiegargli"


Maria Montessori